Corpo Nobiliare Italiano

C.N.I.



PRESIDENZA

DELLA

REPUBBLICA ITALIANA





STENDARDO DEL PRESIDENTE

DELLA REPUBBLICA ITALIANA




Il Presidente della Repubblica Italiana, nel sistema politico italiano, è il capo dello Stato italiano, garante della Costituzione e rappresentante dell'unità nazionale. Inoltre egli non è a capo di un potere particolare (legislativo, esecutivo o giudiziario), ma li coordina tutti e tre; ovvero compie atti che riguardano ciascuno dei tre poteri, come stabilito dalla Costituzione italiana.

Il Presidente della Repubblica è un organo costituzionale, eletto dal Parlamento in seduta comune integrato dai delegati delle Regioni (ovvero tre consiglieri per regione, con l'eccezione della Valle d'Aosta, che ne nomina uno solo, per un totale di 58) e rimane in carica per un periodo di sette anni, detto mandato.

La Costituzione stabilisce che può essere eletto presidente chiunque, con cittadinanza italiana, che abbia compiuto i cinquanta anni di età e che goda dei diritti civili e politici.

La residenza ufficiale del presidente della Repubblica è il Palazzo del Quirinale (sull'omonimo colle di Roma) che per metonimia indica spesso la stessa presidenza.

Il Corpo Nobiliare Italiano (C.N.I.) è in piena sintonia con le disposizioni della Presidenza della Repubblica Italiana, e quindi coi dettami dell’ordinamento vigente, come dimostra il fatto che pubblica sul proprio Elenco Ufficiale della Nobiltà Italiana, e sugli altri sui libri anche le famiglie nobili i cui diritti sono riconosciuti dalla Repubblica Italiana.


Per info

www.quirinale.it






Palazzo del Quirinale





IL NOSTRO PRESIDENTE

Sergio Mattarella (Palermo, 23 luglio 1941) è un politico, giurista, accademico e avvocato italiano, 12º presidente della Repubblica Italiana dal 3 febbraio 2015.




IL PRIMO PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA ITALIANA

Enrico De Nicola (Napoli, 9 novembre 1877 Torre del Greco, 1º ottobre 1959) è stato un politico e avvocato italiano, primo presidente della Repubblica Italiana. Fu eletto capo provvisorio dello Stato dall'Assemblea Costituente il 28 giugno 1946 e ricoprì tale carica dal 1º luglio dello stesso anno al 31 dicembre 1947. Il 1º gennaio 1948, a norma della prima disposizione transitoria e finale della Costituzione della Repubblica Italiana, esercitò le attribuzioni e assunse il titolo di Presidente della Repubblica Italiana, mantenendoli fino al successivo 12 maggio.


Utilizziamo i cookie per garantire la migliore esperienza sul nostro sito Web. Per saperne di più, vai alla pagina sulla privacy.
x